Crea sito

Ratatuille Toscana

A casa mia, a Firenze, questo piatto si è sempre chiamato “Peperonata”, anche se non era un piatto solo a base di peperoni ma questi ne definivano il gusto, il colore, la consistenza…insomma, ne erano i protagonisti. Poi sono cresciuta, mi sono trasferita, ho iniziato ad interpretare la cucina a modo mio…Anzi, no, poi un giorno ho visto il film Ratatuille ed amato da subito alla follia quel delizioso topetto grigio-blu…Da quel momento la mia cara vecchia ed amata Peperonata di famiglia è diventata Ratatuille.

Questa Ratatuille Toscana è la mia personalissima reinterpretazione della favolosa Peperonata di casa Vannoni, preparata con le verdure dell’orto coltivate da babbo Giancarlo, solo più ordinata, più bella da vedere e arricchita con una spolverata di dolcissimi pinoli tostati, che smorzano un pò il retrogusto pungente delle melanzane e dei peperoni.

Oggi Bruno Barbieri definirebbe la versione di mia mamma un “mappazzone”. Lei la preparava cuocendo tutte le verdure insieme, in una grande padella che sfrigolava sul fornello, senza preoccuparsi dei singoli tempi di cottura, senza preoccuparsi del bilanciamento tra i diversi sapori, senza preoccuparsi se l’insormontabile montagna di vegetali potesse entrare o meno in quel recipiente…e infatti non entrava mai.

Ho ancora davanti agli occhi la visione di quei pezzi di verdure che cadono giù da tutte le parti, finendo sui fornelli…e lei che cerca di mettere il coperchio (in bilico sulla cima senza chiudere niente) mentre ripete “le verdure poi non tornan nulla”, nel senso che si sarebbero ritirate in cottura, tirando fuori il loro liquido.

Cara mamma, quella tua peperonata era davvero buona, anche se nel piatto sembrava proprio un mappazzone…e son sicura che oggi apprezzeresti pure la mia versione…se solo ogni tanto venissi a trovarmi…

Questa “frettolosa” Ratatuille è dedicata a te.

Con amore, Monicucci

Il colore di questa ricetta è: Multicolor

Nota: Con questa ricetta partecipo al contest del Blog Profumo di Broccoli di Tiziana Bontempi: “Il piatto della tua memoria

Contest profumodibroccoli

Condividi

Monicucci ti suggerisce anche...

  • Rendimento : 4 piatti
  • Porzioni : 4 persone
  • Tempo di cottura : 70 Min
  • Rendimento : 30 polpettine circa
  • Porzioni : 4 persone
  • Tempo di cottura : 45 Min
  • Rendimento : 4 piatti
  • Porzioni : 4 persone
  • Tempo di cottura : 45 Min