Crea sito

Riso Contadino ai legumi con olio all’aglio rosso e rosmarino

Variazioni in Marrone…il Riso Sant’Andrea

Quarta ricetta ispirata dal Riso Acqua e Sole per uno “Speciale RISO a colori” oggi interamente dedicato al Riso Sant’Andrea.

Intensi profumi e sapori di Toscana, paesaggi colorati da fattorie operose, ancora ricordi di una vita passata non troppo lontana che, tanto spesso, torna ad animare questa cucina.

Ed ecco il mio “Riso Contadino ai legumi con olio all’aglio rosso e rosmarino“, un primo piatto Veggie, a metà tra una zuppa ed una minestra, dalle infinite sfumature nei colori di madre terra.

Semplice, realizzato con pochi ingredienti, che sono base, corpo e gran finale di tutto il piatto.

Riso e legumi, elementi scelti con cura e rispetto che, nella loro essenziale purezza, trasformano un piatto “povero”, dalla “quotidianità” antica, in una portata dal grande valore emotivo, “memorabile” (almeno per me).

Una minestra, cremosa e densa (tutto merito dei preziosi chicchi di Riso Sant’Andrea Acqua e Sole e dei “farinosi” legumi presenti in molteplici varietà), adatta a tutte le stagioni, personalizzabile secondo i propri gusti, tasche, clima e, perché no, umore.

Il Riso Sant’Andrea (una volta chiamato Rizzotto perché nato, per opera dell’Ente Nazionale Risi di Milano, da una selezione delle varietà Rizzotto), è un riso Fino dai chicchi affusolati, lunghi e corposi. Per il suo alto contenuto di amido è particolarmente indicato nella preparazione di minestre e zuppe, ma anche di sformati e dolci.

Le sue dimensioni e le sue caratteristiche ne fanno un ottimo compromesso tra tenuta della cottura e capacità di assorbimento dei condimenti e per questo risulta particolarmente adatto anche per risotti cremosi.

Io lo trovo perfetto nelle minestre, arancini, torte di riso, insomma, in tutte quelle ricette nelle quali il riso deve “legare” molto.

E quale “legame” migliore poteva esserci se non quello di una lunga e lenta cottura con una combinazione salutare e buonissima di legumi…

La selezione dipende dai vostri gusti e dalla vostra fantasia: fagioli (cannellini, borlotti, azuki, neri, Toscanelli, con l’occhio), lenticchie (verdi, rosse, nere, marroni), ceci, piselli, fave, soia. Insomma, create la vostra combinazione vincente.

Se il tempo a disposizione non è moltissimo, in commercio trovate mix di legumi già pronti, anche a cottura rapida, senza necessità di ammollo.

Io preferisco i classici “secchi” che metto a bagno in acqua tiepida, con un cucchiaino di sale ed uno di bicarbonato, già dalla sera precedente, per almeno 12 ore. Ho sempre visto fare così dalla mia nonna Fiorentina.

Come tutte le zuppe o minestre della mia Toscana, la bontà di questo primo piatto dipende, oltre che dalla selezione degli ingredienti protagonisti (riso e legumi), dalla lenta e lunga cottura. Ma non preoccupatevi, voi dovrete solo ricordarvi di mescolare ogni tanto, soprattutto dopo l’aggiunta del riso.

Solo così riuscirete ad ottenere questa meravigliosa minestra.

Perfetta in versione “light” e Veggie (quella che oggi vi propongo) per i primi tepori della primavera o la calda estate:

  • per deliziare i vostri pic-nic all’aria aperta, versata appena tiepida nello scaldavivande in modo da essere subito pronta
  • per un insolito primo piatto in un buffet, servita in deliziosi barattoli in vetro trasparenti
  • per farvi sentire a casa anche durante la pausa pranzo lavorativa, chiusa ermeticamente nel cestino del pranzo (la schiscetta Milanese)
  • per facilitarvi la vita in cucina, preparata con largo anticipo e portata in tavola a temperatura ambiente

Ideale in versione ricca e corposa, servita caldissima, per il fresco autunno ed il rigido inverno:

  • aggiungete nel soffritto di base del rigatino Toscano tagliato a listarelle sottili che in cottura rilascerà la sua intensa sapidità, il suo profumo ed il suo prezioso condimento
  • se è stagione, potete dorare insieme agli odori anche qualche fungo selvatico (porcini, finferli) oppure, più semplicemente, funghi coltivati (champignon, cremini). In qualsiasi momento dell’anno sono perfetti i funghi secchi (lasciati in ammollo in acqua tiepida almeno per 10-15 minuti, poi scolati, tritati ed uniti in pentola insieme ai legumi)
  • per questa versione “intensa” non può mancare un’abbondante spolverata finale di Parmigiano Reggiano grattugiato, mantecato fuori dal fuoco come si fa con un risotto. Un’idea anti-spreco e super golosa: pulite bene le croste avanzate del Parmigiano o del Grana, grattate via eventuali residui d’inchiostro, tagliatele in piccoli cubetti (se sono vecchie lasciatele in ammollo per circa 30 minuti in acqua tiepida) ed aggiungetele alla minestra caldissima subito prima di servire

Il tocco in più? Il condimento…

Un Elisir magico, color oro, prezioso e salutare, dalle mille proprietà benefiche, saporitissimo ed erbaceo. Un olio Extravergine Toscano profumato all’aglio rosso (cotto al forno fino a diventare morbidissimo) e rosmarino. Un olio speziato dalle diverse proprietà antibatteriche, antivirali e antimicrobiche, dal gusto fresco e deciso, perfetto per aromatizzare bolliti, carni crude, bruschette e salse rustiche.

Se volete conquistare i vostri commensali con una presentazione d’effetto, servite questo saporitissimo Riso Contadino ai legumi con olio all’aglio rosso e rosmarino all’interno di mini Cocotte in ghisa smaltata (le mie sono di Le Crueset), accompagnato con mezza fetta di pane Toscano. Condite con un bel “giro” di olio all’aglio rosso e rosmarino, una macinata di pepe nero fresco di mulinello ed un piccolo rametto di rosmarino.

E non dimenticate una bella bottiglia di Chianti Rosso Gallo Nero…non avrete bisogno d’altro.

L’aria profumerà di buono, di famiglia, di domeniche trascorse attorno ad un tavolo, di ingredienti “speciali”, di storie…

Il colore di questa ricetta è: Marrone

Monicucci

Per tutti i dettagli sullo “Speciale RISO a colori” non perdetevi l’Articolo “RISO a colori: il Riso Acqua e Sole nella cucina di Monicucci” on line sul Blog nella sezione RUBRICHE -> PARLIAMO DI…

Valutazione ricetta

  • (5 /5)
  • (1 Valutazioni)

, , ,

Condividi

Monicucci ti suggerisce anche...

  • Rendimento : 2 Bowl
  • Porzioni : 2
  • Tempo di cottura : 45 Min
  • Rendimento : 4 piatti
  • Porzioni : 4
  • Tempo di cottura : 90 Min
  • Rendimento : 12 Finger Food
  • Porzioni : 12
  • Tempo di cottura : 50 Min